Monumento

Il Palazzo dei Consoli (denominato in origine Palazzo del Popolo) costituisce insieme a Piazza Grande e al prospiciente Palazzo del Podestà una tra le più maestose e ardite realizzazioni urbanistiche medievali e testimonia la grandiosità del progetto politico e istituzionale del Comune di Gubbio al principio del XIV secolo. La costruzione del complesso monumentale, decretata tra 1321 e il 1322, iniziò nel 1332 e coinvolse figure di alto livello professionale come l’architetto Angelo da Orvieto, citato anche nell’iscrizione del portale d’ingresso del palazzo dei Consoli e l’eugubino Matteo di Giovannello detto “Gattapone”, attestato come geometra in una fase più avanzata.  Di stile gotico, alto oltre 60 metri, il Palazzo dei Consoli domina la città con la torre campanaria e la loggia panoramica. Fin dalla sua ideazione il palazzo fu destinato ad essere sede delle principali magistrature ed istituti del Libero Comune di Gubbio. Nella grande Sala dell’Arengo si riuniva il Consiglio Generale del Popolo, che rappresentava la cittadinanza eugubina. Al piano superiore risiedevano e svolgevano le proprie funzioni il Gonfaloniere e i Consoli. Gli ambienti del livello di Piazza Grande erano riservati invece alle funzioni del Capitano del Popolo alle cui dipendenze stavano gli Armati, alloggiati negli spazi del livello di via Gattapone. L’edificio era anche dotato di una Cappella, disponeva di numerosi servizi igienici e di un acquedotto interno in grado di alimentare le fontane ai piani superiori.


ORARI

Da aprile ad ottobre
ore 10.00 – 13.00 / 15.00 – 18.00

da novembre a marzo
ore 10.00 – 13.00 / 14.30 – 17.30

La biglietteria chiude mezz’ora prima della chiusura del museo.


CONTATTI
Piazza Grande [ vedi mappa ]
+390759274298
www.palazzodeiconsoli.it
museo@gubbioculturamultiservizi.it

CARATTERISTICHE
stellaVisite guidate
stellaSpazi espositivi per mostre temporanee
stellaAperture straordinarie per gruppi (su prenotazione)

palazzo dei consoli a Gubbio