Ricerca luoghi da visitare per: nome e descrizione

 

Monumento

Il Palazzo dei Consoli (denominato in origine Palazzo del Popolo) costituisce insieme a Piazza Grande e al prospiciente Palazzo del Podestà una tra le più maestose e ardite realizzazioni urbanistiche medievali e testimonia la grandiosità del progetto politico e istituzionale del Comune di Gubbio al principio del XIV secolo.

stellaVisite guidate
stellaSpazi espositivi per mostre temporanee
stellaAperture straordinarie per gruppi (su prenotazione)

Piazza Grande
+390759274298
www.palazzodeiconsoli.it
museo@gubbioculturamultiservizi.it

Palazzo dei Consoli

Chiesa

La Cattedrale di Gubbio, conosciuta anche come Duomo di Gubbio o Basilica dei Santi Mariano e Giacomo Martiri, fu costruita negli ultimi vent’anni del XII secolo ed andò a sostituire una precedente chiesa già eretta nello stesso punto. Potete ancora trovare traccia di questo primo edificio sul lato destro della chiesa.

Via Ducale, 2
+390759272138

Duomo

Santa Maria della Vittorina

I luoghi di SAN FRANCESCO D'ASSISI

Chiesa

La tradizione vuole che in questo luogo, intorno al 1220, S. Francesco incontrò e ammansì un lupo che uccideva animali e uomini.
S. Francesco ottenne in uso la Chiesa della Vittorina dal vescovo di Gubbio Beato Villano nel 1213, anche con il consenso dei benedettini che ne erano beneficiari, per realizzarvi il primo insediamento dei frati francescani

Via Frate Lupo
+3907512345678

Santa Maria della Vittorina

Luogo da visitare

Vi si svolse un’intensa vita religiosa, specie quando vi soggiornò il Beato Arcangelo Canetoli (1498-1513), il cui corpo riposa sotto l’altar maggiore della chiesa. A S. Ambrogio sono conservati pure i resti mortali del vescovo Agostino Steuco, filosofo eugubino del ‘500. Tra le opere d’arte di maggiore interesse: in chiesa una tela di Annibale Beni; in sacrestia la Crocifissione, affresco del sec. XIV. L’architettura del complesso risulta caratterizzata dal succedersi di vari interventi: sulla base trecentesca si inseriscono modifiche rinascimentali e barocche. Notevole è il valore paesaggistico del monastero, abbarbicato sulla costa scoscesa del Monte Calvo.

Via Eremo di S. Ambrogio

www.sansecondo.org

Chiesa

Questa piccola chiesa si trova di fronte all’Arco di S. Marziale ritenuta l’antica porta Vehia ed ha come principale caratteristica una pianta basilicale zoppa: due navate separate da archi su grossi pilastri, quella maggiore provvista di abside e una navata più piccola sul lato sinistro.
Gli interni della chiesa sono stati il set per il telefilm “Don Matteo”.

Largo San Marziale, 1
+390759220693

Chiesa di San Marziale

Palazzo Ducale

Il palazzo di Federico da Montefeltro

Museo

Sorge di fronte al Duomo. E’ frutto dell’ampliamento e della trasformazione di un nucleo di edifici medievali: infatti venne costruito, in forme rinascimentali, a partire dal 1476 per volere di Federico di Montefeltro su disegno di Francesco di Giorgio Martini da Siena. L’opera fu compiuta sotto Guidobaldo.

stellaStudiolo di Federico da Montefeltro

Via della Cattedrale, 1
+390759275872
www.polomusealeumbria.beniculturali.it
pm-umb@beniculturali.it

Palazzo Ducale

Monumento

All’apice del settore superiore insisteva un portico formato da 27 arcate in opera quadrata. Un podio alto circa un metro divideva l’orchestra dal proscenio. La struttura quale oggi è visibile si deve ai restauri effettuati tra ‘800 e ‘900. Ospita una qualificata stagione estiva di spettacoli classici. Reperti archeologici di scavo, provenienti anche da altre zone della città, sono raccolti nel vicino Antiquarium, accanto a pannelli con immagini e didascalie analitiche.

Via del Teatro Romano
+390759220992

Teatro Romano

Chiesa

Dedicata a prima a San Martino, poi a San Domenico la chiesa ha subito diverse modifiche nel tempo. Nel 1339 la chiesa venne ampliata. Verso la metà del sec. XV fu possibile ingrandirla ancora, erigendo oltre le vecchie mura civiche l’attuale presbiterio. L’interno subì una radicale trasformazione nel sec. XVIII.

Piazza Giordano Bruno

Chiesa di San Domenico

Palazzo del Bargello

e fontana dei Matti

Monumento

Una tradizione non confermata dai documenti vuole che sia stata l’antica residenza del Bargello (il magistrato incaricato del servizio di polizia nella città).
Nel largo antistante è presente l’omonima fontana, di origine cinquecentesca ma rifatta negli ultimi due secoli, che viene anche detta fontana dei matti: chi compie tre giri attorno ad essa riceve simbolicamente, dopo essere stato ‘battezzato’ con la sua acqua, il diploma di “matto di Gubbio”.

stellaFontana del Bargello (o dei Matti)
stellaEsposizione Permanente della Balestra

Largo del Bargello
+390759220339
info@museogubbio.it

Palazzo del Bargello

Chiesa

La chiesa ed il convento di Sant’Agostino si trovano appena fuori le mura di Gubbio, nei pressi di porta Romana. La costruzione del complesso iniziò nel 1251 e terminò nel 1294.

L’esterno della chiesa è stato rifatto nel Settecento (facciata); solamente il fianco destro è originale. L’interno, a navata unica, ha il soffitto coperto da una travatura in legno sostenuta da otto arconi, rinforzati nel XVI secolo; il coro ha pianta quadrata

stellaPresepe Permanente

Via di Porta Romana, 7
+390759273814
www.santagostino.net
info@santagostino.net

Chiesa di Sant’Agostino

Chiesa

La basilica dedicata a Sant’Ubaldo, vescovo e patrono di Gubbio, dove riposano le sue spoglie mortali in cima al Monte Ingino. La basilica segue lo stile “romanico” con una navata centrale e quattro navate minori laterali (due per parte). Raggiungibile a piedi tramite gli “stradoni”, con la funivia, oppure in auto passando dalla “gola del Bottaccione”.

stellaCappella interna per la preghiera silenziosa

Via Monte Ingino, 5
+390759273872

Basilica di Sant’Ubaldo