Nostalgia di Dio

Stagione di prosa

teatro

Nostalgia di casa. Questo potrebbe essere l’altro titolo di questo spettacolo, in quanto per la regista, Lucia Calamaro, la casa sono gli affetti, e gli affetti sono l’unica dimensione rimasta che rapporti la regista al sacro. Il mondo ci limita, la casa ci accoglie e ci espande. Ed è in questa fioritura potente ed affettuosa, che nascono i figli, che sono, per la regista, l’altra domanda su cui si annoda, senza scioglierla, questo spettacolo. I figli, da piccoli in particolare, in quanto piccoli Dei onnipotenti.

Influenzata dalla favola che ci hanno raccontato, illustrata dalle infinite madonne con bambino, il suo immaginario (della regista) cattolico infantile – che è l’unico che ha, come probabilmente moti di noi che poi da grandi hanno lasciato perdere – si è ancorato lì. E’ lì, prima dei 10 anni, su quelle immagini, che l’impressione indelebile si è formata: quella di un Dio bambino, visto dalla prospettiva della madre. Insomma Dio, per la regista, è più un figlio che un padre. Un figlio se non proprio Dio quantomeno onnipotente. Questo è secondo Freud quello che tutti noi siamo per un breve periodo. Come non volerci tornare?


ORARI

Venerdì 13 Dicembre 2019 ore 21:00

Prezzi
Platea

Intero € 21,00
Ridotto* € 18,00

Posto Palco
centrale
Intero € 18,00
Ridotto* € 14,00

Posto Palco
laterale
Intero € 15,00
Ridotto* € 12,00

Loggione
Intero € 10,00
*sotto i 26 e sopra i 60 anni

Per ulteriori informazioni su biglietti ed abbonamenti contattare lo +390759278044


CONTATTI
Via del popolo 17 [ vedi mappa ]
+390759275551
www.teatrostabile.umbria.it
info@iat.gubbio.pg.it